Un pallone per studiare
le galassie primordiali
 
 
Un team di ricercatori dell’Università Sapienza di Roma ha progettato il sistema telemetrico per il monitoraggio del pallone stratosferico lanciato dalle isole Svalbard. I dati saranno utilizzati da Olimpo, il telescopio che si trova a bordo del pallone per lo studio dell’universo primordiale.
 
Lanciato il 17 agosto scorso in Artide (da Longyearbyen, Isole Svalbard) con un pallone stratosferico da 35.000 m3, lo strumento ha raggiunto in circa due ore la quota operativa di 37 km. Il volo è durato 8 giorni. Il sistema così collaudato viene utilizzato per la missione Olimpo, dal nome del telescopio progettato dallo stesso team dedicato allo studio dell'universo primordiale e dei primi ammassi di galassie, le più grandi strutture presenti nel nostro universo.   
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento