Sanità e Pnrr, troppo pochi i soldi per la formazione dei medici di base

997
Il Pnrr e i medici di famiglia

Nelle ultime settimane si sta parlando molto degli interventi legati alla legge di bilancio con particolare riferimento alle risorse riservate alla sanità. Risorse considerate non sufficienti nella valutazione di autorevoli realtà del settore. Come noto, anche una quota consistente dei fondi del piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) sono dedicati al comparto della salute. Tuttavia, investimenti in macchinari e strutture rischiano di rivelarsi inutili se non si forma il personale. A maggior ragione in un orizzonte che prevede, in teoria, una maggiore presenza di servizi sul territorio riducendo al minimo la necessità di recarsi in ospedale.

In questo contesto la figura del medico di medicina generale – anche noto come medico di base o di famiglia – riveste un ruolo fondamentale. Si tratta infatti della principale figura di raccordo tra i cittadini e il sistema sanitario. Negli ultimi anni però il numero di questi professionisti si è andato via via riducendo. Anche per questo motivo nel Pnrr sono previsti investimenti specifici per la formazione di nuovi medici generici.

Estratto dell’articolo di openpolis.it
Vedi
https://www.openpolis.it

Suggerimenti