1950: “Hunt for missing scienziato atomico
Bruno Pontecorvo” 
 
Nel 1950, agli inizi di ottobre, i servizi segreti britannici dell’MI5 si misero in caccia dello scienziato atomico di origine italiana, Bruno Pontecorvo, scomparso misteriosamente da sette settimane. Il professore Pontecorvo e la sua famiglia arrivarono in Finlandia, all'inizio di settembre, ma da allora avevano fatto perdere le loro tracce. Subito si disse che Pontecorvo fosse riparato nell’Unione sovietica ma in quei momenti non c’erano prove. Il professore aveva da poco lasciato il suo posto come principale responsabile scientifico dei laboratori Atomic Energy Research Establishment Harwell ( Oxfordshire). Avrebbe dovuto iniziare un nuovo prestigioso all'Università di Liverpool nel mese di gennaio del 1951. La sua scomparsa avviene a soli 10 mesi di distanza da quella di un altro scienziato nucleare, sempre della Harwell, Klaus Fuchs, tedesco ma naturalizzato cittadino britannico, il quale confessò durante il processo che aveva svolto attività di spionaggio a favore dell'Urss. 
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento