? Heos.it Rivista scienze politica cultura salute - 2018/05/18/spazio/astronomia/Scoperte alcune lontanissime stelle nate appena 250 milioni di anni dopo il Big Bang

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Sorprese dai lavori di uno studio interdisciplinare a Grotta Romanelli (Lecce)

 

04.08.22 - il sito preistorico di Grotta Romanelli a Castro (Lecce) retrodatato a 350 mila anni fa.  Gli ultimi rilevamenti geologici e le attività di scavo infatti hanno permesso di ricostruire l’evoluzione della grotta, che ha iniziato a riempirsi molto tempo prima di quanto creduto finora.


 
 
Secondo la tradizione il grande liutaio fu allievo del cremonese Nicola Amati, ma non ci sono prove documentali di tale apprendistato. Oggi il Cnr-Ibe ha evidenze scientifiche per raccontare quei lontani fatti
 
 
 
30.05.22 - Un’indagine del Cnr-Ibe, pubblicata sulla rivista Dendrochronologia ha confrontato gli anelli del legno di due strumenti musicali costruiti dai due famosi artigiani e ha rivelato che entrambi utilizzarono il legno dello stesso albero. 
 

Scoperte alcune lontanissime

stelle nate appena 250 milioni

di anni dopo il Big Bang

 

eso la lontanissima formazione stellare in MACS1149-JD1

Nell'immagine, la formazione stellare in MACS1149-JD1 (foto eso.org)

 

18.05.18 - Un'equipe internazionale di astronomi osservando una galassia distante, la MACS1149-JD1, hanno scoperto un debole chiarore emesso dall'ossigeno ionizzato nella galassia. Mentre questa luce infrarossa viaggiava nello spazio, l'espansione dell'Universo ne allungava più di dieci volte la lunghezza d'onda, fino a quando è giunta sulla Terra ed è stata rivelata da ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) dell'Eso (European southern observatory). L'equipe ha dedotto che il segnale sia stato emesso 13,3 miliardi di anni fa (o 500 milioni anni dopo il Big Bang), il che ne fa l'ossigeno più distante mai osservato da un telescopio. La presenza di ossigeno è un chiaro segno che devono essere esistite nella galassia generazioni precedenti di stelle.

Oltre al bagliore dell'ossigeno catturato da ALMA, un segnale più debole, dovuto all'emissione di idrogeno, è stato rivelato dal VLT (Very Large Telescope) dell'Eso. La distanza della galassia, determianta per mezzo di questa osservazione, è consistente con la distanza ottenuta dall'osservazione dell'ossigeno. Ciò rende MACS1149-JD1 la galassia più lontana con una misura precisa di distanza, oltre che la galassia più distante mai osservata con ALMA o con il VLT.

In altre parole gli astronomi hanno visto questa galassia in un'epoca in cui l'Universo aveva appena 500 milioni di anni, ma con una popolazione di stelle già sviluppate. Con questa scoperta gli scienziati adesso sono in grado di avvenurarsi in un periodo ancora inesplorato della storia cosmica.

Secondo gli astronomi "per un periodo dopo il Big Bang non c'era ossigeno nell'Universo: è stato creato dal processo di fusione in atto nelle prime stelle e quindi rilasciato quando le stelle sono morte. Per cui la detezione (metodo per quantificare l'abilità di distinguere, in un segnale, il segnale vero e proprio portatore di informazioni dal rumore) di ossigeno in MACS1149-JD1 indica che queste prime generazioni di stelle erano già state formate, e avevano espulso ossigeno dopo soli 500 milioni di anni dall'inizio dell'Universo".

Ma quando è avvenuta la formazione di queste prime stelle? Per scoprirlo, l'equipe ha ricostruito la storia più antica di MACS1149-JD1 usando i dati infrarossi ottenuti con il telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA e il telescopio spaziale Spitzer della NASA. Hanno trovato che la luminosità osservata della galassia si spiega perfettamente con un modello in cui l'inizio della formazione stellare corrisponde a soli 250 milioni di anni dopo l'inizio dell'Universo.

La maturità delle stelle viste in MACS1149-JD1 solleva la questione di quando le prime galassie siano emerse dall'oscurità totale, un'epoca che gli astronomi chiamano, romanticamente, "alba cosmica". Stabilendo l'età di MACS1149-JD1, l'equipe ha di fatto dimostrato che esistevano già galassie, prima di quelle che possiamo osservare direttamente.

Per gli astronomi determinare l'inzio dell'alba cosmica è "il Sacro Graal della cosmologia e della formazione delle galassie". Con queste nuove osservazioni di MACS1149-JD1 gli scienziati si stanno avvicinando "all'osservazione diretta della nascita della luce stellare e poichè siamo tutti fatti di materiale prodotto dalle stelle, questo significa trovare veramente le nostre origini". (red)

Vedi
www.eso.org 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

 

  

N. 07 Luglio 2022

Per ricevere gratuitamente
"Il Senso della Repubblica" in formato pdf email a heos@heos.it 

 

 Gazzettadiverona.it

GVR foto

 

La Scatola Maggio21
La Scatola
Foglietto di Satira in Veneto 
24 Maggio 2021 pdf

 

 Cronaca

03.08.22 - Notti d'agosto: con Saturno e le Perseidi
 

 Dossier Guerra Fredda

 

Politica 
17.02.22 - Immaginiamo: 5 anni fa...

 

 

Vignette nel web - Raccolta 2022

Corriere.it   09.08.22

Italiaoggi.it    09.08.22

Ilfattoquotidiano.it   09.08.22

Heos.it   09.08.22

    

In libreria

 01.08.22  -  Il mago del Cremlino

 ----------------------------------------------------------------

Curiosità

Scienze pangea casa tua

Pangea, ecco dov'era la tua casa 240 milioni di anni fa

 

 

Video

Esa Orione video

02.04.20 - Alla scoperta di Orione

Vangelis Nasa Mars Mythodea

24.03.20 - In tempo di Coronavirus facciamo un viaggio nel tempo e nello spazio
NASA Mission Mars Odyssey 2001, Vangelis Mythodea

 

 


 

 

 


 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra