? Bambina di 4 anni si ammala di malaria a Trento e muore - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Alzheimer, con la tomografia

ad emissione di positroni (Pet)

diagnosi precoce

07.12.17 - Si è aggiunto un altro mattone all'uso della tomografia ad emissione di positroni (Pet) per evidenziare eventuali alterazioni anatomiche ippocampali o corticali, caratteristiche della malattia di Alzheimer.


Editoria, i dati Censis

su calo dei consumi editoriali

e crescita fake news (bufale)

07.12.17 - Il dato: solo il 35% degli italiani legge un quotidiano. I lettori stanno traslocando sempre più in internet, dove a più della metà degli utenti è capitato di dare credito a notizie false circolate nel web.

Bambina di 4 anni si ammala

di malaria a Trento e muore


05.09.17 -TRENTO - Una bambina di 4 anni è morta per aver contratto la malaria senza essere mai stata in zone tropicali o sub tropicali. Al mare c'è stata, con i genitori, ma a Bibione (Venezia). La bambina, figlia di una coppia italiana residente a Trento, è stata ricoverata in un primo momento all'ospedale Santa Chiara di Trentro e poi - a seguito dell'aggravarsi delle sue condizioni - è stata trasferita agli Ospedali civili di Brescia dove c'è un reparto dedicato alle malattie tropicali, ma tutto è stato inutile. La bambina è morta poco dopo il ricovero. Adesso i medici trentini e la magistatura bresciana stanno indagando per capire come sia stato possibile il contagio e dove sia avvenuto. L’Azienda sanitaria trentina - dal canto suo - ha già avviato i protocolli per disinfestare il reparto di pediatria dove era stata ricoverata la bambina.

La malaria viena inoculata dalla puntura di alcune specie di zanzare appartenenti al genere Anopheles. Presuppone, però di frequentare i luoghi dove è presente l'insetto. Allora cosa è successo? Perché a Trento? Sono domande a cui le istituzioni coinvolte devono dare risposte puntuali e precise.

A quanto si conosce oggi non esistono in Trentino e in Italia insetti idonei alla trasmissione della malaria. In linea teorica non si può escludere anche l’ adattamento di qualche specie autoctana a seguito del grande caldo dei mesi scorsi. L’Italia è stato un Paese malarico fino agli anni ‘50 del secolo scorso. Poi con le bonifiche delle paludi la malattia è stata debellata. E il Trentino, per la sua latitudine, non ha mai avuto problemi di questa natura. (red)

 

 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra