Biologia sintetica e controllo mentale
Pensieri umani utilizzati 

per accendere i geni

 
 
 
Immagine artistica di onde cerebrali collegate ad un dispositivo wireless
in un topo (Image: Victor Habbick Visions/Science Photo Library/newscientist.com)
 
 
 
Può diventare realtà una società di esseri umani con il potere di controllare le proprie funzioni biologiche?   Sì, adesso non è più fantascienza in quanto le basi tecniche sono state poste. I ricercatori hanno creato un legame tra i pensieri e le cellule, permettendo alle persone di accendere i geni nei topi utilizzando solo i loro pensieri.
 
Al riguardo il Newscientist.com riporta: «Abbiamo voluto essere in grado di utilizzare le onde cerebrali per controllare i geni. Ed è la prima volta che qualcuno ha collegato la biologia sintetica e la mente», afferma Martin Fussenegger , un bioingegnere del Politecnico federale (ETH) di Zurigo a Basilea, in Svizzera, che ha guidato il team che sta dietro il lavoro.
 
Essi sperano di utilizzare la tecnologia per aiutare le persone che sono “locked-in”- ossia pienamente cosciente ma incapace di muoversi o parlare - o aiutare le persone con epilessia a controllare le proprie convulsioni.
 
In teoria, la tecnologia potrebbe essere utilizzata anche per scopi non medici, proprio come in certi filoni di  fantascienza dove le persone sono in grado di secernere ormoni e altre sostanze chimiche in grado di cambiare il loro stato d'animo.
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf  per riceverlo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.