NEBIAS, la mano bionica

più avanzata al mondo

che fa “sentire”

gli oggetti toccati 

 
 
Test con la mano bionica (foto nebias-project.eu/)
 
 
 
Una protesi della mano, che garantisce una sensibilità tale da poter maneggiare un uovo, è stata completata e viene ora utilizzata dal progetto NEBIAS dopo dieci anni di ricerca finanziata dall'UE. La mano bionica più avanzata del mondo è stata testata con l'aiuto di Dennis Aabo Sorensen, amputato a una mano, che ha potuto afferrare intuitivamente degli oggetti e identificare cosa stava toccando avendo gli occhi bendati.
 
I ricercatori hanno creato una nuova interfaccia neurale per trasferire informazioni sensoriali da una mano artificiale al cervello. Questa interfaccia è in grado di collegare il sistema nervoso del paziente ai sensori artificiali incorporati nella protesi, permettendo all'utente di controllare complessi movimenti della mano e delle dita.  
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf  per riceverlo email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.