Quasar, strani allineamenti 

su distanze cosmiche

di miliardi di anni luce

 
Allineamento tra gli assi di rotazione dei buchi neri super massicci
e la struttura a grande scala (foto eso.org)
 
 
 
Nuove osservazioni ottenute con il VLT (Very Large Telescope) dell'ESO in Cile hanno rivelato un allineamento delle strutture più grandi mai scoperte nell'Universo. Un'equipe di ricercatori europei ha scoperto che gli assi di rotazione dei buchi neri supermassicci di un campione di quasar sono paralleli gli uni agli altri su distanze che raggiungono i miliardi di anni luce. L'equipe ha anche scoperto che l'asse di rotazione di questi quasar tende ad essere allineato con le vaste strutture della rete cosmica in cui essi risiedono. 
 
I quasar sono galassie che contengono un buco nero supermassiccio molto attivo al centro. Questi buchi neri sono circondati da dischi in rotazione di materiale molto caldo che spesso viene lanciato in lunghi getti allineati con l'asse di rotazione. I quasar possono essere più luminosi di tutte le stelle della galassia ospite messe insieme.
 
Un'equipe guidata da Damien Hutsemékers dell'Università di Liège in Belgio ha usato lo strumento FORS montato sul VLT per studiare 93 quasar che formano un grande raggruppamento che si sviluppa per miliardi di anni luce, visti in un'epoca in cui l'Universo aveva circa un terzo dell'età attuale. «La prima cosa strana che abbiamo notato è stata che alcuni degli assi di rotazione dei quasar erano allineati tra di loro - nonostante questi quasar siano separati da miliardi di anni luce», ha affermato Hutsemékers. L'equipe quindi ha cercato di capire meglio e verificare se questi assi di rotazione fossero legati non solo tra di loro ma anche alla struttura su grande scala dell'Universo in quell'epoca cosmica.
 
   
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf. Per ricevere Heos.it  email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. € 17,00 annuale