Accordo di ricerca INFN,  INGV e università di Tokyo

La fisica dei muoni per studiare 

il magma dei vulcani

 
 
Giappone e Italia uniscono le forze per studiare i vulcani. Firmato a Tokyo nella sede dell’ambasciata italiana ai  margini del workshop “Muographer 2014” un importante accordo di collaborazione scientifica tra l’Istituto di ricerca sui terremoti (Earthquake Research Institute, Eri) dell’Università di Tokyo, l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).  
 
L’incontro scientifico era dedicato alla fisica dei muoni e della geo-radiazione per gli studi sulla Terra. L’obiettivo di questo workshop bilaterale italo-giapponese è promuovere la ricerca e l'innovazione tecnologica nel campo degli studi geologici basati sull’osservazione sperimentale di particelle cosmiche. 
 
In particolare, un’importante applicazione di questa nuova tecnica è la visualizzazione radiografica della dinamica magmatica nei vulcani realizzata attraverso i muoni (una sorta di radiografia fatta sfruttando un particolare tipo di particelle cosmiche, i muoni, appunto, che piovono incessantemente sulla Terra dallo spazio). 
Questo tema di ricerca è stato sviluppato da Italia e Giappone poiché entrambi i Paesi presentano fenomeni geologici simili, compresi terremoti ed eruzioni vulcaniche, e sono all’avanguardia negli studi teorici e sperimentali in tali discipline. 
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf. Per ricevere Heos.it  email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.