Cellule staminali 

rese giovani per sempre

 
Un gruppo di ricercatori del Morgridge Institute for Research regenerative biology del Wisconsin (Usa) è riuscito  per rendere immortali le cellule staminali. Gli scienziati sono riusciti a  coltivare in provetta, per un tempo indefinito, le cellule immature, facendole restare giovani e capaci di moltiplicarsi. Un risultato che permetterà di costruire in futuro fabbriche di sangue e vasi sanguigni. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Stem Cell Reports
 
I ricercatori sono riusciti a scoprire nei topi un modo per imporre questo “stato di immortalità” anche alle cellule immature o progenitrici, responsabili della produzione di sangue e tessuti vascolari. Lo hanno fatto regolando un piccolo numero di geni, con cui le cellule sono state “intrappolate” in uno stato di auto-rinnovamento, capaci di produrre sangue e cellule muscolari lisce.  
 
In questo esperimento sono stati identificati e imposti sei fattori di trascrizione sulle cellule, ossia proteine che fanno accendere o spegnere dei geni, e che hanno consentito alle cellule progenitrici di sangue e cellule vascolari, gli emangioblasti, di continuare a proliferare per molte generazioni. Il risultato ottenuto dai ricercatori del Wisconsin può aumentare l'efficienza nel creare cellule con valore terapeutico. Il prossimo passo sarà realizzare cellule progenitrici per applicazioni umane. (Red)   
 
 
Heos.it settimanale pdf. Per ricevere Heos.it  email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.