Strani segnali cosmici

sfidano la “relatività”

 
 
 
 
Strani segnali individuati in lontanissimi buchi neri e supernove suggeriscono che c'è di più oltre lo spazio-tempo di Einstein. Questi segnali indicherebbero che viviamo immersi in un paesaggio invisibile. Anche se non possiamo percepirlo direttamente, questo paesaggio determina tutto ciò che vediamo e facciamo.
 
Ogni oggetto da un pianeta ad una galassia, da al singolo individuo del regno animale e vegetale di questo come di altri pianeti segue contorni impercettibili e noi interagiamo con loro: è il paesaggio  dello spazio-tempo il tessuto di base dell'universo fisico, forse, della realtà stessa. (foto, newscientist.com/ Sam Chivers)
 
Regalati o regala un abbonamento a Heos.it