PHOTOSENS  Sensori chimici flessibili 
 
 
Schiere di sensori nanostrutturati consentono il rilevamento con una singola piattaforma di test di molte molecole, o parti di molecole, in un dato campione. Finora il loro uso è stato limitato a causa della mancanza di metodi di fabbricazione a basso costo e robusti. Ma adesso siamo ad una svolta. 
 
Scienziati finanziati dall'UE hanno sviluppato tecnologie per una produzione di massa efficace in termini di costi. Il supporto dell'UE al progetto PHOTOSENS (“Large area photonic crystal chemical sensors”) ha facilitato lo sviluppo di una produzione roll-to-roll (R2R) efficace in termini di costi mediante l'integrazione della litografia a nanostampa per risolvere questo problema.
 
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento