Frutta e verdura pulite senza chimica 
grazie al plasma
 
 
 
In tutto il mondo industrializzato si assiste a un aumento del numero di focolai di malattie causate dagli alimenti, in particolare legate alla frutta e verdura “pronte da mangiare”. I trattamenti usati attualmente - come il lavaggio con cloro - spesso lasciano residui chimici e resti di acqua.  Per  ridurre la quantità di sostanze chimiche usate in questa fase del processo industriale occorre un sistema di decontaminazione efficace e rispettoso dell'ambiente.
 
Per dare una risposta a queste esigenze ormai impellenti   in ambito europeo è stato attivato un progetto finanziato con i fondi del 7° PQ, denominato SAFEBAG dove si sta già sviluppando un nuovo sistema di decontaminazione all'interno dell'imballaggio che permetterà di ridurre la quantità di sostanze chimiche usate per il lavaggio.  
 
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento