Atterraggio con bolla 
magnetica di plasma 
per le future sonde spaziali
 
 
 
 
Un paracadute fatto di plasma intrappolato in un campo magnetico potrebbe presto aiutare le sonde spaziali a rientrare sulla Terra in tutta sicurezza.  Due società aerospaziali private hanno ottenuto contratti dalla NASA per dimostrare il funzionamento del “magnetoshell aerocapture”, la bolla magnetica che  avvolge il veicolo spaziale in fase di rientro. Sarebbe uno scudo protettivo come la magnetosfera per la Terra che la protegge dalle radiazioni solari.
 
Una simile bolla artificiale attorno ad una navicella spaziale crea resistenza e rallenta la velocità del veicolo. Il primo test si farà l’anno prossimo. Se avrà successo, l’innovativo sistema potrebbe diventare realtà per le future sonde spaziali che dovranno atterrare con carichi pesanti su Marte o riportare missioni umane sulla Terra. 
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento