Spagna. Progetto Ue LIFE+  
Tecnologie verdi per decontaminare 
il suolo dai veleni
 
 
Non c’è ombra di dubbio che l'inquinamento del suolo abbia gravi conseguenze ambientali ed economiche, e comporti rischi per la salute e per gli ecosistemi. La chiusura di miniere e impianti industriali in diversi aree d’Europa ha rivelato l’esistenza di un gran numero di terreni contaminati, il cui utilizzo a medio termine è assai incerto. Decontaminare e recuperare tali siti è un processo lungo, complesso e costoso che pone un grande onere a carico delle imprese proprietarie dei terreni e delle pubbliche amministrazioni locali. 
 
Un esempio per tutti. Nelle Asturie (Spagna), ci sono luoghi contaminati con arsenico di solito accompagnato da metalli pesanti la cui rimozione è drammatica. Per affrontare queste problematiche è stato creato il progetto LIFE I+DARTS, cofinanziato da LIFE+, attraverso il quale i promotori dell’iniziativa intendono affrontare la sfida sviluppando un protocollo di lavoro per avviare il recupero di suoli contaminati da arsenico e metalli pesanti in ex siti minerari e industriali. Attualmente i partner del progetto stanno applicando tecnologie di bonifica innovative e sostenibili per decontaminare le aree in questione.  
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento