Enea e Ansaldo nucleare sono i partner italiani del consorzio romeno “Falcon”
Firmato l’accordo per il dimostratore di impianto a fissione di IV generazione

Alfred, sorgerà in Romania

Si costruirà in Romania, Alfred (“Advanced Lead Fast Reactor European Demonstrator”), impianto nucleare dimostrativo a fissione di IV generazione. Sarà realizzato dal consorzio FALCON (“Fostering ALfred CONstruction”) il cui atto costituivo è stato firmato a Bucarest dal ministro romeno delegato per l’Energia, Costantin Nita, dal rappresentante dell’Istituto di Ricerca Nucleare romeno, Constantin Paunoiu e dai legali rappresentanti di Ansaldo Nucleare ed Enea, rispettivamente Roberto Adinolfi e Giovanni Lelli. La nascita del consorzio costituisce il primo passo verso la realizzazione in Romania di un reattore nucleare dimostrativo di quarta generazione raffreddato a piombo liquido.
A margine della cerimonia di firma il commissario straordinario dell’Enea, Lelli ha dichiarato che la costituzione del Consorzio per la realizzazione in Romania del reattore Alfred è un successo della collaborazione fra ricerca pubblica e industria, fra ENEA e Ansaldo Nucleare. L’industria italiana ha così accesso ai finanziamenti romeni e della UE per la fornitura di componenti ad alta tecnologia. I laboratori dell’ENEA del Centro Ricerche del Brasimone qualificheranno alcuni di questi componenti. Le capacità di progettazione e infrastrutturali italiane in un settore ad alta tecnologia hanno così il modo di contribuire allo sviluppo tecnologico europeo e del nostro paese.


Articolo completo su Heos.it settimanale in pdf in Abbonamento