“Paesaggi lontani e meravigliosi”
Un paese favoloso era la Russia immaginata dal resto d’Europa nel corso dell’Ottocento.L’infinita distanza, i territori sconfinati, il clima estremo delle pianure ghiacciate e delle notti senza tramonto, i molti popoli dai costumi sconosciuti ne facevano un miraggio, tinteggiato dalle suggestioni dell’Oriente.

 

Articolo completo su Heos.it settimanale in pdf in Abbonamento