Il VLTI rivela luce eso-zodiacale

Nuove difficoltà per ottenere 

immagini dirette di eso-Terre

 
 
Sfruttando tutta la potenza del  Very Large Telescope Interferometer (VLTI), un'equipe internazionale di astronomi ha scoperto la luce eso-zodiacale vicino alla zona abitabile di nove stelle vicine. Questa è la luce stellare riflessa dalla polvere creata dalla collisione tra asteroidi e dall'evaporazione di comete. La presenza di queste grandi quantità di polvere nelle regioni interne degli ambienti che circondano alcune stelle potrebbe costituire un ostacolo alla possibilità futura di ottenere immagini dirette di pianeti simili alla Terra.
 
Dai siti più bui e sereni sulla Terra, la luce zodiacale appare come un diffuso ma debole chiarore visibile di notte appena dopo la fine del crepuscolo, oppure appena prima dell'alba. È creata dalla luce solare riflessa da minuscole particelle e sembra estendersi fin dalle vicinanze del Sole. Questa luce riflessa non si osserva solo da Terra ma può essere vista da qualsiasi punto del Sistema Solare.
 
Il riverbero osservato in questo nuovo studio è una versione più estrema di questo stesso fenomeno. Mentre la luce eso-zodiacale - luce zodiacale intorno ad altri sistemi stellari - era già stata vista in precedenza, questa è la prima volta che si effettua un grande studio sistematico intorno alle stelle vicine.
 
A differenza delle osservazioni precedenti, l'equipe non ha osservato la polvere che andrà a formare i pianeti, ma la polvere creata dalla collisione tra piccoli oggetti di pochi chilometri di diametro - oggetti detti planetesimi, simili agli asteroidi e alle comete del Sistema Solare. Polvere di questo tipo è anche all'origine della luce zodiacale nel Sistema Solare. Rivelare la debole emissione della polvere vicino all'abbagliante stella centrale richiede osservazioni ad alta risoluzione e contrasto elevato. 
 
Articolo completo su  Heos.it settimanale pdf. Per ricevere Heos.it  email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.