Arriva il farmaco 

contro le abbuffate 

 
Un gruppo di scienziati italiani che lavorano alla Boston University assieme a colleghi dell'università di Cambridge (GB)  hanno scoperto un farmaco che può aiutare chi soffre di disturbi dell'alimentazione come bulimia e abbuffate compulsive. Il farmaco in questione è la memantina, già usato contro  l'Alzheimer. Pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology, lo studio apre la via a un primo trattamento farmacologico mirato al “binge eating”, il disturbo da alimentazione incontrollata.