Udine. Sale espositive del castello, fino al 22 febbraio 2015
Adriatico senza confini 
Via di comunicazione 
e crocevia di popoli nel 6.000 a.C.

 


Il castello di Udine sede della mostra 

 

“Adriatico senza confini. Via di comunicazione e crocevia di popoli nel 6000 a.C.” è l’interessante mostra che si terrà fino al 22 febbraio 2015 nelle sale espositive del Castello di Udine. La mostra è un percorso espositivo in cui si fa conoscere le più importanti acquisizioni di decenni di indagini archeologiche nell’Adriatico orientale, compiute da parte degli archeologi di Italia, Slovenia e Croazia. La mostra è organizzata dal Museo Archeologico dei Civici Musei di Udine in collaborazione con il Museo Friulano di Storia Naturale e si apre sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Il periodo esaminato nella mostra è marcato da cambiamenti economici cruciali, quali l’introduzione dell’agricoltura e dell’allevamento, che condussero alla creazione di un nuovo legame tra l’uomo e l’ambiente. L’uomo diviene un fattore ecologico determinante, capace di lasciare ovunque traccia del suo passaggio: i paesaggi naturali divengono lentamente spazi abitati e coltivati, le comunità umane si radicano nel territorio ed esprimono la loro identità culturale essenzialmente attraverso i materiali, in particolare nell’espressione decorativa dei manufatti ceramici. Ed è in base ai tratti decorativi di questi reperti che è possibile riconoscere ora i contatti tra le comunità e le loro differenze.  

Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento