Roccapelago (Modena). Prorogata 
l’apertura della cripta fino al 31 marzo 2015
Aspettando il Museo delle Mummie 
 
 
 
Ricercatori  all’interno della cripta di Roccapelago eseguono micro-prelievi
 
 
In previsione dell'inaugurazione del Museo delle Mummie, è stata prorogata fino al 31 marzo 2015 l’apertura della cripta di Roccapelago, frazione di Pievepelago (Modena) con i resti delle mummie e la commovente ricostruzione di una sepoltura multipla di una donna con bambini : il cerchio di pietre li racchiudeva come il grembo di una madre mentre il corpo di una donna di circa 30 anni, con due neonati appoggiati sul ventre, era al centro di una corolla, i cui petali erano i corpi di almeno 70 bambini. 
 
Nell'estate appena trascorsa, circa 3.500 persone hanno visitato la cripta e assistito all’allestimento della sepoltura dei bambini curata dall’archeoantropologa Vania Milani, conservatrice del nascente museo. Domenica 19 ottobre si concluderanno le attività di Censimento dei tessuti e delle testimonianze materiali custodite nella famiglie frignanesi “La comunità, i suoi vestiti e le sue radici” che hanno consentito di recuperare importanti documenti relativi al costume e alla tessitura, stabilendo un legame tra le vesti indossate dalle mummie e i costumi locali fino all’inizio del XX secolo.  
 
Articolo completo su Heos.it settimanale pdf in Abbonamento