Saturno e la lontana cometa PanSTARRS
protagonisti del cielo di maggio 
 
 
 
 
Sarà il "'pianeta degli anelli", Saturno il "magnifico" di maggio di tutto il  Sistema Solare.  Sabato 10 sarà in gran spolvero e alla massima luminosità anche perché si troverà alla minima distanza dalla Terra circa 1,33 miliardi di chilometri. Sarà osservabile per tutta la notte. Con l'ausilio di un piccolo telescopio sarà possibile osservare anche i suoi anelli. Gli astronomi suggeriscono che si dovrà puntare lo strumento verso sud-est al calare dell'oscurità, spostandolo poi verso sud nelle ore centrali della notte e verso sud-ovest prima dell'alba.  Saturno concederà il bis anche nelle prime ore della notte del 14 maggio con la congiunzione tra il pianeta e la Luna.
 
 Tra il 9 e il 10 maggio, invece, sarà il turno delle eta Liridi, le meteore generate dalla cometa 1983 VII Iras-Araki-Alcock. Gli esperti non escludono che possano dar vita ad un caratteristico exploit di meteore. L'attesa però è per  la cometa dell'anno, C/2012 K1 PanSTARRS anche se è ancora molto lontana dai giorni di massimo splendore, quando forse si potrà vederla a occhio nudo. Per tutto questo mese di maggio continuerà il suo viaggio spaziale alta in cielo, prima tra le stelle dei Cani da Caccia e poi dell'Orsa Maggiore. 
 
Regalati o regala un abbonamento a Heos.it