? 2019/12/18/Tecnologia/cnr/nano/Il grafene delle meraviglie: nano-fogli catturano contaminanti nell'acqua potabile - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Osservato per la prima volta il getto relativistico di Quasar 3C 279

Ecco cosa c'è nel centro

del cuore di un buco nero

supermassiccio

Infn cuore 3C279

07.04.20 - Dopo la famosissima prima immagine di un buco nero, la collaborazione scientifica internazionale Event Horizon Telescope (EHT), adesso è riuscita a ritrarre, con un livello di dettaglio inedito, il quasar 3C 279, un getto relativistico originato probabilmente dalle vicinanze di un buco nero supermassiccio.


Due milioni di anni fa, Australopithecus, Paranthropus robustus e Homo erectus hanno vissuto contemporaneamente in Sudafrica. Nel gruppo internazionale di ricerca anche le Università di Pisa e Firenze

I nostri antenati di Drimolen

 Unipi .ricercatori drimolen

03.04.20 - I nostri antenati Australopithecus, Paranthropus robustus e Homo erectus tutti insieme contemporaneamente due milioni di anni fa in Sudafrica, nella cosiddetta Cradle of Humankind (culla dell’umanità).

Il composito è stato messo a punto al Cnr

Il grafene delle meraviglie:

nano-fogli catturano

nuovi contaminanti

nell'acqua potabile

 

cnr grafene trattamento acqua

Filtro di materiale composito ossido di grafene - polisulfone (GO-PSU) (foto:cnr.it)

 

18.12.19 - Creato un nuovo composito che rende più efficaci i filtri per rimuovere principi attivi di farmaci, cosmetici o detergenti presenti nella rete idrica e spesso non eliminati dai trattamenti convenzionali. È stato messo a punto dai ricercatori dell'Istituto per la sintesi organica e fotoreattività (Cnr-Isof) e dell'Istituto per la microelettronica e microsistemi (Cnr-Imm) del Consiglio nazionale delle ricerche, in collaborazione con la svedese Chalmers University. Lo studio è pubblicato su Nanoscale nell'ambito del progetto europeo Graphene Flagship.

Nel merito, Manuela Melucci e Vincenzo Palermo di Cnr-Isof, coordinatori del team di ricercatori che ha svolto la ricerca nell'ambito del progetto europeo Graphene Flagship, spiegano: “Combinando fogli di ossido di grafene (GO) con membrane di polisulfone e derivati (PSU), abbiamo realizzato filtri capaci di catturare contaminanti organici - molecole costituenti principi attivi di farmaci, cosmetici o detergenti - che spesso non sono eliminati dai trattamenti convenzionali e che possono quindi contaminare le acque della rete idrica”.

La capacità di filtraggio del nuovo materiale GO-PSU è stata testata dai ricercatori su campioni di acque contaminate con sostanze quali la rodamina, colorante molto usato in campo tessile e farmaceutico, l'antibiotico ofloxacina e l'antinfiammatorio diclofenac, principi attivi presenti in decine di colliri, compresse, pomate.

Queste molecole fanno parte dei cosiddetti inquinanti emergenti - farmaci, pesticidi, detergenti e fragranze varie - individuati recentemente nelle acque potabili e oggetto di attenzione per i possibili rischi per la salute e l’ambiente, tanto da richiedere la revisione della direttiva europea sull'acqua potabile attualmente al vaglio della UE. Le misure hanno confermato che le performance di filtraggio delle membrane di polisulfone addizionato con ossido di grafene superano di oltre tre volte quelle del materiale standard contenente solo polisulfone”, sottolinea Vincenzo Palermo del Cnr-Isof e vicedirettore di Graphene Flagship. Aggiunge: “Le eccellenti prestazioni sono dovute alle proprietà uniche dei materiali bidimensionali, in particolare alla struttura dell’ossido di grafene: la disposizione a strati di questi foglietti, separati tra loro da distanze nanometriche che possiamo controllare, è ideale per intrappolare le molecole contaminanti e più efficiente di quella di classici filtri tridimensionali”.

La tecnica sviluppata dai ricercatori è una novità già protetta da una domanda di brevetto internazionale. “Tutto il procedimento si svolge in acqua, senza l’uso di solventi chimici e utilizza le microonde per immobilizzare stabilmente i foglietti di grafene sul polimero”, commenta Manuela Melucci. “Poiché qualsiasi materiale per la depurazione delle acque non deve rilasciare ulteriori contaminanti nell'acqua filtrata, è infatti essenziale che gli additivi usati per potenziare le membrane siano immobilizzati in maniera stabile. I test eseguiti inserendo il composito GO-PSU in cartucce filtranti commerciali hanno confermato la grande stabilità del nuovo materiale che non presenta rilascio di grafene nelle acque trattate, nei limiti di rivelabilità analitici disponibili”.

Ma non è tutto, perché altri vantaggi sono in arrivo, fanno sapere in conclusione i rcercatori: “Le membrane GO-PSU possono essere recuperate dopo l’uso, lavate con un solvente specifico per rimuovere i contaminanti che hanno raccolto e impiegate nuovamente. Inoltre, la tecnica per addizionare l’ossido di grafene può essere applicata anche a scarti della produzione industriale di membrane in polisulfone, riutilizzando residui di processo altrimenti da smaltire e abbattendo i costi. Infine, sfruttando la possibilità di funzionalizzare chimicamente il grafene, si potrebbero creare membrane che filtrino solo determinati inquinanti di specifico interesse”. (Red)

vedi www.cnr.it 
http://www.nano.cnr.it/ 
https://www.isof.cnr.it/ 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

Le città dell’anello merlato

  

SR Marzo20

N. 03  Marzo 2020

Per ricevere gratuitamente
"Il Senso della Repubblica" formato pdf email a heos@heos.it 

 

 Gazzettadiverona.it

GVR foto

 

 

 Cronaca

25.02.20 - Amuchina esaurita? Ecco la guida OMS (WHO) per farla in casa

 Dossier Guerra Fredda

 

Politica 

04.04.20 - Garantire la filiera dei beni primari  di Pierre Zanin

Coronavirus contingente russo

03.04.20 - I ministri degli Esteri e della Difesa, Di Maio e Guerini: “Inopportuno l’attacco del ministero degli Esteri russo contro La Stampa”

02.04.20 - Coronavirus, Radicali: "Guerini relazioni subito in Parlamento su composizione missione russa"

28.03.20 - Il Coronavirus, la nuova Yalta

27.03.20 - "Franza o Spagna purché se magna"

20.02.20 - L’obbligo delle firme elettorali è incostituzionale?

 

Modello Standard

03.02-20 - Prescrizione e inefficienza dello Stato

29.01.20 - Il paradosso dell'omicio del coniuge 
Super Piercamillo Davigo mejo de Tex Willer

14.01.20 - Condizionamenti

Vignette nel web - Raccolta 2020

vignetta corriere.it Beffa continua 070420

Corriere.it   07.04.20

vignetta italiaoggi.it Sensibilità 070420

Italiaoggi.it  07.04.20

 vignetta ilfq Orto ribelle 070420

Ilfattoquotidiano.it  07.04.20

vignetta heos.it Lombardi privati 070420

 Heos.it   07.04.20

    

In libreria

Libro Io sono il potere

29.03.20 - Confessioni di un capo di Gabinetto

 ----------------------------------------------------------------

Curiosità

Scienze pangea casa tua

09.07.18 -  Pangea, ecco dov'era la tua casa 240 milioni di anni fa

 

 

Video

Esa Orione video

02.04.20 - Alla scoperta di Orione

ambiente delfini in veneto

31.03.20 - Veneto, a fine febbraio avvistati alcuni delfini ad Albarella

Vangelis Nasa Mars Mythodea

24.03.20 - In tempo di Coronavirus facciamo un viaggio nel tempo e nello spazio
NASA Mission Mars Odyssey 2001, Vangelis Mythodea

 

 



 

  


 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra