? 2019/07/02/tecnologia/La luce di sincrotrone rinvigorisce le celle solari - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Uno studio effettuato da giovani ricercatori dell’Università Statale di Milano ha comparato i dati dagli anni ‘80 del secolo scorso fino ad oggi

Sempre più scuri e vulnerabili

i ghiacciai dello Stelvio

Unimi Ghiacciai Stelvio Confronto  due ortofoto

29.07.19 - Parco Nazionale dello Stelvio: i ghiacciai del gruppo dell’Ortles-Cevedale sono sempre più "neri", vale a dire sempre più vulnerabili al cambiamento climatico.


 Il ritrovamento risale al 2007 sui Colli Albani a sud di Roma

 Scoperto il più antico

calendario lunare

Fu inciso 10 mila anni fa

su un piccolo ciottolo

  

Uniroma1 Foto reperto

23.07.19 - Scoperto il più antico calendario lunare. Risale a circa 10 mila anni fa ed è stato trovato in un ciottolo del Paleolitico superiore rinvenuto nella zona di Velletri, sui Colli Albani.

 La luce di sincrotrone

rinvigorisce le celle solari


02.07.19 - Nuova vita per le celle solari. L’Istituto officina dei materiali del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom), con sede nell’Area Science Park di Trieste, ha dimostrato attraverso un nuovo set up sperimentale che è possibile usare la luce di sincrotrone per individuare i materiali più efficaci nella costruzione delle celle solari. La ricerca, pubblicata su Communications Physics, è frutto di una collaborazione internazionale tra le Università di Trieste, della Danimarca e di Bochum (Germania).

"Noi ci siamo occupati soprattutto di mettere a punto un esperimento di tipo pump-probe, in cui si applicano sullo stesso campione due tipi di stimolazione, con l’obiettivo di analizzare le dinamiche elettroniche del sistema. Con un primo impulso laser noi eccitiamo, cioè in qualche modo modifichiamo provvisoriamente il campione, e con il secondo lo misuriamo in un momento in cui il campione non è ancora tornato allo stato fondamentale. La novità dell’esperimento condotto sta nell’utilizzo, come secondo impulso, di raggi X di sincrotrone", spiega Martina Dell’Angela del Cnr-Iom.

L’utilizzo del sincrotrone per questo tipo di esperimenti consente di ottenere delle informazioni ulteriori rispetto a quelle fornite da un laser. "Le nostre misure, in particolare, servono a identificare quali materiali possano essere utili a costruire celle solari quanto più efficienti possibile. Misurando l’assorbimento dei raggi X dei diversi elementi che compongono i materiali presi in esame è possibile studiare più in dettaglio il trasporto di carica (ovvero gli spostamenti delle particelle elettricamente cariche sul substrato), proprietà fondamentale in tutti i dispositivi elettronici", spiega Roberto Costantini, del Cnr-Iom.
Quindi aggiunge: "Cosa succede quando eccitiamo un materiale organico? Per ogni fotone assorbito si crea quello che viene chiamato eccitone, formato da una coppia interagente di elettrone e lacuna (quest’ultima può essere vista come una carica positiva dovuta all’assenza di un elettrone). Una volta creati, questi eccitoni inizieranno a muoversi nel materiale e, se vivono abbastanza a lungo, prima di decadere possono venire trasferiti alle interfacce con i materiali vicini. Quello che ci interessa - conclude - è individuare le condizioni in cui il trasferimento di carica è massimo, poiché questo determinerà l’efficienza di un ipotetico dispositivo. In alcuni materiali per un fotone assorbito si possono creare ben due eccitoni, il che sostanzialmente raddoppia la quantità di carica utile per il funzionamento della cella solare".

In questo studio il materiale usato a campione è molto semplice e già noto in letteratura: il pentacene, costituito da cinque anelli di benzene fusi. Ma lo stesso set up sperimentale può e potrà essere usato anche con campioni più complessi, combinando materiali meno conosciuti. Il progetto, iniziato con l’installazione del laser nel 2016, è stato finanziato dal progetto Sundyn (SIR2014 - Scientific Independence of young Researchers del Miur) e coofinanziato da Eurofel, l'associazione europea di produttori di feldspati che rappresentano il gruppo più abbondante di minerali nella crosta terrestre. (red)

Vedi
www.cnr.it 
https://www.ima-europe.eu/about-ima-europe/associations/eurofel 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

Le città dell’anello merlato

  

SR cop Agosto19

N. 8  Agosto 2019

Per ricevere gratuitamente
"Il Senso della Repubblica" formato pdf email a heos@heos.it 

 

 Gazzettadiverona.it

GVR foto

 

 

Heos.it Nota
 
 

 

News

WEB Sir Tim Berners-Lee-2014

05.03.19 - Trent'anni di Web: 1989-2019

nasa urano2

 20.02.19 - Il "berretto" di Urano

 

 Dossier Guerra Fredda

 

Auto Hy plug in ev

 

 

In cauda venenum
 

 

Vignette nel web - Raccolta 2019

vignetta corriere.it Il dilemma 200819

Corriere.it   20.08.19

vignetta italiaoggi.it Italia da perdere 200819

Italiaoggi.it   20.08.19

 vignetta ilmanifesto.it Sei fuori 200819

  Ilmanifesto.it   20.08.19

vignetta heos.it Sempre lì 200819

 Heos.it   20.08.19

    

Regalati un libro

 

 

 ----------------------------------------------------------------

Curiosità

Scienze pangea casa tua

09.07.18 -  Pangea, ecco dov'era la tua casa 240 milioni di anni fa

 

 

Immagini dal Mondo

 

 

 



 

  


 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra