Il governo del cambiamento

fondato sul "rinvio"

permanente diffuso

 

08.11.18 - Dopo l'artefatto tira e molla di questi giorni tra M5S e Lega, anche la riforma della prescrizione è stata rinviata. Un classico da prima repubblica. La riforma infatti entrerà in vigore nel Gennaio 2020 ma soltanto se si farà un'altra riforma, quella del processo penale che verrà scritta dal ministero attraverso una legge delega in scadenza nel Dicembre 2019. In sostanza altre evanescenti promesse. E nell'attesa Salvini così commenta: “Voglio tempi brevi per i processi. In galera i colpevoli, libertà per gli innocenti”. Amen.