? Grafene, aziende innovative e nuovi posti di lavoro - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Nelle proiezioni dei dati scientifici di Ingv, Radboud University (Olanda) e della Sorbonne Université (Francia)

 Il Mediterraneo entro il 2050

crescerà almeno di 17 cm

 ambiente VEnezia acqua alta

20.08.19 - In uno studio dal titolo “Natural Variability and Vertical Land Motion Contributions in the Mediterranean Sea-Level Records over the Last Two Centuries and Projections for 2100”, pubblicato nei giorni scorsi sulla rivista Water della MDPI, ricercatori dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), della Radboud University (Olanda) e della Sorbonne Université (Francia) hanno osservato come potrebbe aumentare il livello del mare nel 2050 e nel 2100 in corrispondenza di nove stazioni mareografiche poste nel Mediterraneo centro-settentrionale, che ne misurano il livello a partire dal 1888.


Uno studio effettuato da giovani ricercatori dell’Università Statale di Milano ha comparato i dati dagli anni ‘80 del secolo scorso fino ad oggi

Sempre più scuri e vulnerabili

i ghiacciai dello Stelvio

Unimi Ghiacciai Stelvio Confronto  due ortofoto

29.07.19 - Parco Nazionale dello Stelvio: i ghiacciai del gruppo dell’Ortles-Cevedale sono sempre più "neri", vale a dire sempre più vulnerabili al cambiamento climatico.

 Grafene, aziende innovative

e nuovi posti di lavoro

 

cordis graphene

Immagine artistica del grafene

 

cordis ZARM tower

La torre di ZARM a Brema (Germania)

 

16.01.18 - Il materiale delle meraviglie: le proprietà uniche del grafene per calore, leggerezza, forza e peso lo rendono un candidato ideale per migliorare le applicazioni aerospaziali e satellitari. In una serie di esperimenti condotti alla fine dell’anno scorso, i ricercatori di Graphene Flagship (l'iniziativa decennale finanziata in parte dall'Ue) hanno esaminato specificamente un possibile uso del materiale per il miglioramento della propulsione spaziale e per i sistemi di gestione del calore e i tubi termovettori ad anello.

Per gli esperimenti di vela solare, un team di studenti laureati al Politecnico di Delft, Paesi Bassi ha sfruttato le condizioni di microgravità (fino a un milionesimo della forza gravitazionale della Terra) della Torre a caduta libera ZARM a Brema (Germania), alta 146 metri, per studiare l’uso del grafene per le vele fotoniche. Il team ha progettato membrane di grafene flottanti che sono state esposte successivamente a una pressione di radiazione tramite laser, per vedere come reagivano e determinare quanta spinta si potesse generare. I ricercatori hanno ripetuto l’esperimento in cinque prove per superare le iniziali difficoltà tecniche. Sono stati raggiunti quasi 10 secondi di assenza di peso catapultando una capsula contenente l’esperimento verso l’alto e verso il basso in un vuoto.

Il secondo esperimento ha studiato come il trasferimento del calore in tubi termovettori ad anello (sistemi di raffreddamento usati ampiamente nei satelliti) potrebbe essere reso più efficiente, con una maggiore durata e autonomia, usando il grafene. Il normale rivestimento metallico poroso degli stoppini metallici nel tubo, usati per trasferire il calore in un fluido che raffredda il sistema, è stato sostituito con due tipi di materiali a base di grafene. Questi materiali sono stati poi testati per verificare se avessero una maggiore conduttività termica durante due voli ESA in microgravità parabolica e in ipergravità. Durante ciascun volo, durato 3 ore, l’aereo modificato per l’esperimento ha effettuato 30 ascese paraboliche, raggiungendo circa 25 secondi di assenza di peso in ogni parabola.

I risultati di entrambi gli esperimenti dimostrano la versatilità del graphene e i ricercatori che vi hanno partecipato stanno attualmente studiando più a fondo l’influenza della pressione di radiazione sulle vele fotoniche di grafene e sviluppando tubi termovettori a base di grafene che saranno disponibili sul mercato.

Aziende innovative e nuovi posti di lavoro. Prodotto a partire da uno strato di carbonio dello spessore di appena un atomo e in quanto reticolo esagonale bi-dimensionale, il grafene è allo stesso tempo leggero e resistente (stimato in circa 200 volte più resistente dell’acciaio). Inoltre, ha eccellenti proprietà elettriche, meccaniche, termiche e ottiche, oltre a essere quasi trasparente. Queste caratteristiche lo rendono un materiale estremamente interessante per gli scienziati e gli ingegneri che desiderano sviluppare un’ampia gamma di prodotti più veloci, più sottili, più resistenti e più flessibili. In sintesi tutto questo si tradurrà nel medio termine nella nascita di aziende innovative che daranno vita a nuovi posti di lavoro. (red)


Vedi
http://cordis.europa.eu  
https://www.zarm.uni-bremen.de/en.html 
http://graphene-flagship.eu/ 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

Le città dell’anello merlato

  

SR cop Agosto19

N. 8  Agosto 2019

Per ricevere gratuitamente
"Il Senso della Repubblica" formato pdf email a heos@heos.it 

 

 Gazzettadiverona.it

GVR foto

 

 

Heos.it Nota
 
 

 

News

WEB Sir Tim Berners-Lee-2014

05.03.19 - Trent'anni di Web: 1989-2019

nasa urano2

 20.02.19 - Il "berretto" di Urano

 

 Dossier Guerra Fredda

 

Auto Hy plug in ev

 

 

In cauda venenum
 

 

Vignette nel web - Raccolta 2019

vignetta corriere.it Sassolini fuori 210819

Corriere.it   21.08.19

vignetta italiaoggi.it Ribaltino 210819

Italiaoggi.it   21.08.19

 vignetta ilmanifesto.it La caduta del preistorico 210819

  Ilmanifesto.it   21.08.19

vignetta heos.it Pieni poteri 210819

 Heos.it   21.08.19

    

Regalati un libro

 

 

 ----------------------------------------------------------------

Curiosità

Scienze pangea casa tua

09.07.18 -  Pangea, ecco dov'era la tua casa 240 milioni di anni fa

 

 

Immagini dal Mondo

 

 

 



 

  


 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra