? La superluna saluta il Cerro Armazones - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

Terremoti: innovativo

intonaco “armato”

made in Italy raddoppia

la resistenza degli edifici

 enea fibrenet tecno antisisma

23.01 - Una struttura tipica dell’edilizia dei centri storici dell’Appenino ha resistito a terremoti di intensità più che raddoppiata rispetto al sisma più violento che ha colpito il centro Italia nel 2016. 


Lavori in corso

per la "navetta molecolare

terapeutica" che raggiunge

e ripara il cuore

 cnr inalazione nanoparticelle

19.01.18 - Inalazione di nanoparticelle ‘caricate’ con farmaci capaci di arrivare rapidamente al cuore. E' la nuova tecnica non invasiva per il trattamento dei disturbi cardiovascolari.

La superluna saluta

il Cerro Armazones

 

eso superluna cerro

La foto è stata scattata dall’ambasciatore fotografo di ESO (European Southern Observatory)  Gerhard Hüdepohl.  Ha camminato per due chilometri dal vicino osservatorio Paranal di ESO nel deserto di Atacama per trovare la posizione ideale per fotografare. Prima aveva calcolato la traiettoria della Luna per conoscere il momento e il posto giusti per questa ripresa straordinaria

 

 12.01.18 - Una spettacolare superluna ha salutato la prima serata del nuovo anno alzandosi dietro la maestosa montagna Cerro Armazones in Cile. Una superluna come questa è un evento magnifico, anche se relativamente frequente, che accade quando la luna piena coincide con il punto dell’orbita lunare più vicino alla Terra: il diametro appare allora 14 % più grande nel cielo. La strada che serpeggia su Cerro Armazones e che si intravede nella foto, appare condurre direttamente alla luna stessa come una vera e propria strada verso le stelle.

Nel 2024 il più grande occhio rivolto al cielo sarà pronto sulla cima di questa montagna, quando essa ospiterà l'Extremely Large Telescope (ELT). Ad un’altitudine di 3.046 metri, Cerro Armazones fornisce una ambiente spettacolare per le osservazioni astronomiche, in particolare perché gode di 320 notti chiare all’anno.

Extremely Large Telescope (ELT)

I "Telescopi Estremamente Grandi" (Extremely Large Telescope) sono considerati, in tutto il mondo, una delle più alte priorità dell'astronomia da terra. Aumenteranno grandemente le conoscenze dell'astrofisica, consentendo studi dettagliati di oggetti quali i pianeti intorno ad altre stelle, i primi corpi celesti dell'Universo, i buchi neri supermassicci e infine della natura e dellla distribuzione sia della materia oscura che dell'energia oscura che dominano l'Universo.

Dalla fine del 2005 l'ESO ha coinvolto la propria comunità di astronomi e astrofisici europei e con le industrie per sviluppare un telescopio gigante ottico/infrarosso. Questo rivoluzionario progetto concettuale chiamato in sigla, ELT, avrà uno specchio primario di 39 metri e sarà il più grande telescopio ottico/vicino-infrarosso del mondo: "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

 

Vedi
www.eso.org 
https://www.eso.org/public/italy/teles-instr/elt/?lang 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

 

Informazioni commercili

 

Vaccari logo

Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa

enea isolament sottofinestra