? Alice e la materia primordiale: facciamolo "strano" - Heos.it Rivista scienze politica cultura salute

Developed in conjunction with Ext-Joom.com

 

Primo Piano

I dati sono contenuti in uno studio internazionale dove è presente anche l'Isac-Cnr

Sorpresa dal ghiaccio marino

antartico: ospita

micro organismi capaci

di formare le nubi

cnr ghiacci antartici nubi

24.07.17 - Inaspettate sorprese arrivano dal ghiaccio marino polare, composto da un ambiente complesso, caratterizzato da condizioni estreme e capace di ospitare al suo interno una grande varietà di microrganismi


Restauro antiche pitture:

metodo innovativo

ed economico

svela i segreti delle opere

 24.07.17- Milano. Individuata una nuova procedura semplice ed economica in grado non solo di rilevare la presenza di caseina, ma anche di quantificarla, informazione preziosa per storici dell’arte e restauratori.

Alice e la materia primordiale:

facciamolo "strano" 

 

infn alice 17

Nella foto, veduta parziale del Large Hadron Collider (LHC) del CERN dove è in corso l'esperimento Alice


24.04.17 - Osservato per la prima volta nelle collisioni tra protoni un aumento di produzione di particelle cosiddette "strane", che è uno dei fenomeni distintivi del plasma di quark e gluoni, uno stato della materia molto caldo e denso esistito appena pochi milionesimi di secondo dopo il Big Bang. L'osservazione rientra nell'ambito dell’esperimento ALICE (A Large Ion Collider Experiment) al Large Hadron Collider (LHC) del CERN a Ginevra (Svizzera).

Finora questa caratteristica dello stato della materia primordiale era stata osservata solamente nelle collisioni tra nuclei pesanti, e non si pensava potesse essere ritrovata anche nelle collisioni tra protoni. Questa inaspettata osservazione rappresenta una sfida ai modelli teorici esistenti, che non prevedono l’aumento di particelle strane in questi eventi. Il risultato, basato sui dati delle collisioni con protoni a 7 TeV del Run 1 di LHC, è stato pubblicato su Nature Physics oggi 24 aprile.

“Siamo molto entusiasti di questa scoperta”, ha commentato Federico Antinori, ricercatore dell’INFN alla guida della collaborazione internazionale ALICE. “Stiamo ancora imparando molto su questo stato estremo della materia, – prosegue Antinori – essere in grado di isolare fenomeni analoghi a quelli osservati nel plasma di quark e gluoni in un sistema più piccolo e più semplice, come la collisione tra due protoni, apre una nuova dimensione per lo studio delle proprietà di questo stato primordiale della materia da cui il nostro universo è emerso”.

Quindi ha aggiunto: “Aver osservato anche nelle collisioni protone-protone questo segnale, che normalmente è associato alla formazione del plasma di quark e gluoni nelle collisioni nucleo-nucleo, aggiunge un tassello importante alla nostra comprensione dei meccanismi di interazione fra i costituenti elementari della materia”, spiega Vito Manzari, responsabile nazionale INFN dell'esperimento ALICE. “È un risultato scientifico di grande rilevanza al cui raggiungimento hanno contribuito in modo determinante i ricercatori INFN e questo ci rende particolarmente fieri”, conclude Manzari.

La ricerca

Il plasma di quark a gluoni è uno stato della materia in cui i quark e i gluoni diventano ‘liberi’, cioè non sono più confinati all’interno degli adroni, e si ricrea in condizioni di temperature e densità estreme, condizioni che possono essere ottenute a LHC facendo collidere nuclei pesanti ad alta energia.

La maggiore produzione di adroni strani è una manifestazione tipica di questo stato della materia, il cui studio rappresenta un modo per indagare le proprietà dell'interazione forte, una delle quattro forze fondamentali conosciute, che caratterizza i legami all'interno dei nuclei atomici. Il risultato pubblicato ora dall’esperimento ALICE è basato sull'osservazione degli adroni strani in quelle collisioni protone-protone nelle quali viene prodotto un gran numero di particelle.

Gli adroni strani sono particelle ben note, chiamate così perché sono composte di quark, di cui almeno uno è un quark strano, un quark cioè che possiede una particolare proprietà che i fisici hanno denominato stranezza. I quark strani sono più pesanti dei quark che compongono la materia “normale” e sono difficili da produrre.

Ma questo cambia quando siamo in presenza di un’elevata densità di energia (la quantità di energia per unità di volume), che riequilibra la creazione di quark strani in relazione a quelli non-strani, come nelle collisioni tra ioni pesanti. In particolare, i nuovi risultati mostrano che il tasso di produzione degli adroni strani aumenta con la ‘molteplicità’ (il numero di particelle prodotte in una data collisione) più velocemente di ciò che accade per le altre specie di particelle generate nella stessa collisione.

I dati mostrano anche che maggiore è il numero di quark strani contenuti nell’adrone prodotto, maggiore è l'aumento della sua velocità di produzione. Non si osserva, invece, alcuna dipendenza dall’energia di collisione o dalla massa delle particelle generate, dimostrando che il fenomeno osservato è correlato al fatto che le particelle prodotte contengano quark strani. La produzione di stranezza è in pratica determinata contando il numero di particelle strane prodotte in una data collisione e calcolando il rapporto tra particelle strane e non-strane.

L’aumentata produzione di stranezza era stata suggerita come una possibile conseguenza della formazione del plasma di quark e gluoni fin dai primi anni ’80 del secolo scorso, e poi scoperta in collisioni tra nuclei negli anni ’90 da esperimenti al Super Proton Synchrotron (SPS) del CERN. Lo studio più preciso di questi processi sarà la chiave per comprendere più approfonditamente i meccanismi microscopici del plasma di quark e gluoni e del comportamento collettivo delle particelle in sistemi piccoli. (red)

vedi
https://www.nature.com/nphys/journal/vaop/ncurrent/full/nphys4111.html  
www.infn.it 

Calendario

  

Regalati un libro

Weekend

 

 

 

 

 

 

Heos.it - Giornale online di scienza e cultura. Direttore responsabile Umberto Pivatello 
Sede - Redazione  Heos.it  Via Muselle, n° 940 - 37050 Isola Rizza - Verona (Italy)
    mob.+39 345 9295137 
Email: 
heos@heos.it  -  Privacy e Cookies
Autorizzazione Tribunale di Verona n°1258 - 7  Marzo 1997  Roc n. 16281
Partner tecnologico 
http://www.studio-web.eu/

 

 

 

Sr luglio17 cop

N. 07 Luglio 2017

 Per ricevere in omaggio
"Il Senso della Repubblica"
formato pdf email a heos@heos.it 

 

 

 

 

 

 

 

News

Al Lido sabato 8 Luglio alle 21
Venezia, serata d'estate con i misteri dell'Universo

Austria,  si sperimenta il vaccino contro il colesterolo cattivo

La Corte di Giustizia Ue fa chiarezza: “Quello di soia non è latte”

Anomalie climatiche: primavera 2017, la seconda più calda e la terza più asciutta dal 1800

Corruzione aziendale, soldi e carriera: per i giovani Millenials è ammissibile

cro treno east wind Londra cina
Inaugurata la tratta ferroviaria di 12.000 km  Londra - Cina

unitn Campionamenti di insetti margini di un vulcano Photo Pierre Moret

Spedizione scientifica sui ghiacciai delle Ande per studiare insetti e cambiamenti climatici

Anziani: fare ginnastica con i pesi aiuta il cervello

Ricerche e dati sugli oceani al 90% inesplorati

Piano antisismico nazionale: la proposta fa la muffa in commissione Ambiente dal 25 novembre 2013

nasa nuvole estive su Titano

Nuvole estive su Titano (video)

 

Auto Hy plug in ev

auto PanasonicSolar ToyotaPrius2

Tettuccio fotovoltaico Panasonic per la Toyota Prius PHV

 

Vignette nel web - Raccolta 2017

vignetta corriere.it ampolla 250717

corriere.it     25.07.17

vignetta italiaoggi.it pioggia 250717

Italiaoggi.it   25.07.17 

vignetta repubblica.it sprecare 250717
  Repubblica.it   25.07.17

 vignetta ilfattoquotidiano.it siccita 250717

Ilfattoquotidiano.it  25.07.17

 vignetta independent bbc 240717

      independent.co.uk  24.07.17

 

 Fortelupo

Bersani, il "metaforico"

Gli incendi boschivi, la legge e l'aggiramento

Semplicemente perfetto

Il Vaticano e l'offerta di ricovero ospedaliero al piccolo Charlie

Culle vuote, migranti e statistiche mobili

Il caso Emanuela Orlandi e la gelida risposta dell'alto richiedente 8 per mille

Per chi tocca Lotti e chi tocca Raggi opposti destini

Politica anti immigranti, incontri segreti e soliti annunci di querele (sic!) ai giornalisti

Nuova legge elettorale, votazioni Pulcinella a Montecitorio e sul blog

Petrolio maltese a Roma in cambio di immigrati

Adulti e fanciulli, in fabbrica

Meglio non prenderlo in parola

Le querele non si annunciano, si danno e si devono vincere

  

Dossier Guerra Fredda

 

Gazzettadiverona.it

 

Regalati un libro


L'ordine del tempo

libro ordine del tempo

 

 

 ----------------------------------------------------------------

Curiosità

"Baruffe" tra scienziati

La scimmia e la prima terzina della Divina Commedia

aquila anti drone

Olanda, l'aquila cattura il drone
(video)

 

 

 

 

Immagini dal Mondo

eso ojosdesalar

Atacama, gli occhi
della pianura del sale

 

 



 

  


 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
Informazioni commerciali

   

Vaccari logo
Impiantistica elettrica
Impianti d'allarme e TVCC 
Studio e realizzazioni 
illuminotecniche Soluzioni, prodotti 
e consulenze informatiche
Realizzazione reti dati 
e cablaggi strutturati
+39/336/810434 -
348/2247152
fax +39/045/7103381 eltvac@email.it
 

Razionalizzazione
energetica della casa